Aperto al pubblico anche il Museo Archeologico di Montelupo, situato in Via Santa Lucia, ai margini del Parco dell’Ambrogiana.

Il Museo, attualmente gestito dalla cooperativa Ichnos, è stato inaugurato nel 2007 nell’ex complesso di San Quirico e Santa Lucia, il Museo Archeologico è uno dei più importanti del suo genere a livello nazionale, per la quantità di reperti e per la diversificazione nel tipo di ricerca.

Il centro espositivo, per la sua storia, ha una fisionomia peculiare che lo distingue da gran parte dei musei civici della Toscana e di altre regioni italiane, in ordine alla spiccata estensione geografica e all’importante cronologia di riferimento. In esso, infatti, sono esposti resti provenienti da oltre 160 stazioni preistoriche, i reperti protostorici degli insediamenti capannicoli del Valdarno, le prime tracce del popolamento e dei centri etruschi d’altura, la colonizzazione romana e le conseguenti radicali trasformazioni impresse al territorio, la lunga transizione al Medioevo e la nascita dei nuovi insediamenti che supportarono il miracolo della Firenze rinascimentale.

I visitatori potranno quindi tornare a scoprire tracce della storia del territorio.

Come? Il museo sarà visitabile solo su prenotazione.
Le visite saranno solo su prenotazione (telefonica al numero +39 329 9509814 o via mail all’indirizzo mail didattica@coop-ichnos.com); i gruppi saranno accompagnati da operatori della Ichnos e dovranno essere composti da un massimo di 15 persone.
Il costo di ogni visita guidata pari a 50,00 €

Tags:

Lascia un commento