Museo Archeologico

3.000 reperti archeologici, frutto di oltre 30 anni di ricerche

Inaugurato nel 2007 nell’ex complesso di San Quirico e Santa Lucia, il Museo Archeologico è uno dei più importanti del suo genere a livello nazionale, per la quantità di reperti e per la diversificazione nel tipo di ricerca.

Un centro espositivo unico

Il materiale esposto e i pezzi in deposito ammontano a circa 3.000 reperti, di diversa origine. La realizzazione del Museo Archeologico ha consentito di attribuire una fisionomia museale definita a materiali di grande importanza, frutto di oltre trent’anni di ricerche effettuate nel cuore della Toscana Settentrionale.

Il centro espositivo, per la sua storia, ha una fisionomia peculiare che lo distingue da gran parte dei musei civici della Toscana e di altre regioni italiane, in ordine alla spiccata estensione geografica e all’importante cronologia di riferimento. In esso, infatti, sono esposti resti provenienti da oltre 160 stazioni preistoriche, i reperti protostorici degli insediamenti capannicoli del Valdarno, le prime tracce del popolamento e dei centri etruschi d’altura, la colonizzazione romana e le conseguenti radicali trasformazioni impresse al territorio, la lunga transizione al Medioevo e la nascita dei nuovi insediamenti che supportarono il miracolo della Firenze rinascimentale.

Orari di apertura

Dal 1 aprile al 31 ottobre: venerdì 14.00-18.00 e sabato 9.00 – 13.00
Dal 1 novembre al 31 marzo: venerdì 9.00 – 13.00 e sabato 9.00 -13.00

Gli altri giorni è accessibile su prenotazione, chiamando al numero 0571/541547

Chiuso 25 e 26 dicembre, 1 gennaio, 15 agosto.

L’area archeologica di Bibbiani

L’area archeologica di Bibbiani è stata oggetto di scavo archeologico; nel 2005 sono stati rinventuti i resti di una grande capanna (metri 14×6).
L’area si trova in un bosco, inserita in un percorso trekking, ma al momento lo scavo non è accessibile.

Montereggi

Di grande interesse è anche la documentazione dell’abitato di Montereggi, un insediamento etrusco (secoli VI-I a. C.) posto in posizione privilegiata su un terrazzo fluviale dell’Arno. Da Montereggi provengono bronzi e ceramiche di particolare importanza, tra le quali si deve segnalare una kilyx attica attribuita al pittore di Codros, attivo in Atene tra il 440 ed il 430 a.C. e la lastra ad altorilievo con una testa femminile che sorge da un cespo díalcanto, databile al secondo quarto del III secolo a.C. che molto probabilmente faceva parte di un fregio frontale di un tempio.

SERVIZI ACCESSORI

Il Museo mette a disposizione il proprio staff per consentire l’utilizzo degli spazi del complesso museale da parte di Enti pubblici, Enti privati (Associazioni, ecc. ) e privati cittadini per lo svolgimento delle seguenti attività:

  1. Conferenze
  2. Concerti
  3. Presentazioni
  4. Video proiezioni
  5. Eventi culturali in genere, di tipologia specificabile
  6. Animazione culturale per bambini e giovani, fino ai 18 anni, in occasione di feste di compleanno o feste scolastiche inerenti un’intera classe.
  7. Matrimoni e unioni civili

Sono escluse le attività finalizzate all’utilizzo dei locali soltanto come luogo per rinfreschi o per lo svolgimento di cerimonie, fatta eccezione per il punto 7.

TARIFFE

La tariffa applicata per lo svolgimento dei servizi aggiuntivi, che di norma hanno una durata di 4 ore, è di 160,00 € forfettari; comprendenti i normali servizi di accoglienza e di visita guidata o attività laboratoriali in caso dei compleanni.

Si specificano le seguenti tariffe orarie lorde per i rispettivi servizi all’utenza:

  • Attività di formazione e progettazione 85,00 €
  • Visite guidate 60,00€
  • Attività didattica 35,00€