Una visita alla Prioria di San Lorenzo per scoprire la città dall’alto

Alla sommità del nucleo fortificato di Montelupo, si eleva la chiesa di San Giovanni Evangelista, che nel Cinquecento ospitò la società di San Lorenzo dal quale derivò poi il nome.

La chiesa, oggi sconsacrata, nacque come cappella del castello che i fiorentini riedificarono dalle fondamenta nel 1204. Il castello di Montelupo era stato creato per il controllo dell’Arno nel punto in cui correva il confine con Pistoia

Risultato di varie fasi costruttive tra il XIII secolo e la metà del XIV, la chiesa subì un ampliamento nel Cinquecento. La facciata attuale presenta la classica struttura a capanna romanica ed il portale, di forme trecentesche, è in pietra serena, sormontato da una lunetta in laterizio in cui si scorgono resti affrescati.

L’interno è coperto da capriate lignee e completamente intonacato e l’abside ricavata all’interno della torre conserva gli affreschi del 1284 di Corso di Buono raffiguranti il Redentore con Cherubini e il Miracolo di San Giovanni Evangelista. All’ingresso si notano due tempietti gotici del 1408 e su uno dei lati degna di nota è la cappella dedicata a San Nicola da Bari, affrescata con le storie del Santo eseguite nel 1419 da Piero di Chellino in stile Tardo gotico fiorentino.